Fresco o Surgelato? Conserviamo le Vitamine

Penso che almeno una volta mentre facevi spesa ti sei chiesto/a se un prodotto fresco a differenza di uno surgelato avesse valori nutrizionali più alti oppure, in generale, migliori. E se ti dicessi che non sempre fresco è meglio? Ci crederesti? In questo articolo vediamo il perché in generale fresco e meglio e di come a volte surgelato può rivelarsi un’ottima soluzione.
Di seguito divido l’articolo in tre diversi punti:

  • Cosa danneggia il cibo e le sostanze nutritive?
  • Quali sono i nutrienti che ci interessano?
  • Come conservare gli alimenti?

 


Cosa Danneggia le Sostanze Nutritive?

Molto importante è capire come conservare i prodotti e quanto passa dalla loro produzione all’effettivo consumo. Quindi il punto è: cosa fa rovinare gli alimenti?

  • Riuscire a conservare le verdure, come ben sai, è facile anche per lungo tempo, ma molte di quelle che troviamo sulle nostre tavole, spesso, sono fuori stagione. Per questo motivo, com’è possibile trovarle “fresche” lo stesso? La risposta è semplice, sono conservate in celle frigorifere per mantenerle intonse fino alla vendita ed il consumo.

 

  • Taglio: Al taglio, la pianta, reagisce come fosse un attacco e quindi per difendersi emette alcuni enzimi che ne causano “l’autodistruzione”.  Pertanto, maggiore sarà il numero di volte che la piante viene tagliata, maggiore sarà l’effetto di questi enzimi, ovvero il ridurre i valori nutrizionali che potresti assumere; quindi l’importante è:
    • Tagliarla nel minor numero possibile di pezzi
    • Mangiarlo nel più breve tempo possibile dopo il taglio
  • Cottura: i nutrienti generalmente sono solubili in acqua, perciò un elevato tempo di cottura ci darà come risultato un minor numero di nutrienti. Un’importante eccezione la fa il pomodoro, le cui sostanze nutritive sono liposolubili.
  • Alimenti Surgelati: in linea generale i pacchetti di alimenti surgelati che puoi facilmente trovare nei supermercati, sono cotti prima di essere surgelati, il che aumenta ulteriormente il tempo di cottura per poterli poi mangiare. Un consiglio che posso darti quindi è quello di usare quelle verdure che non richiedono un lungo tempo di cottura anche se surgelate.
  • Succhi di Frutta: seguendo la stessa logica del “taglio”, si può capire che nel caso di succhi di frutta, le sostanze nutritive tendo a disperdersi più facilmente e quindi più a lungo conserviamo il succo, più i nutrienti vengono persi. Qui ti posso dare un’altro consiglio, cioè, un succo di frutta fresco e non imbottigliato, come quelli in prima fila nella foto qui sotto, può essere la soluzione giusta.  Bottled vs Fresh.jpg

Quali sono i Nutrienti che ci interessano?

Nei vegetali si trovano svariate fonti di nutrizionali come antiossidanti come vitamina  C vitamina E, beta-carotene ed acido folico, potassio, zinco, selenio, vitamina A, carboidrati e fibre. Se, quindi, ti stai chiedendo qual’è il modo migliore per conservare un alimento; è sicuramente conservarlo in funzione dei suoi nutrienti. Non preoccuparti, nella sezione successiva, dopo aver visto nello specifico le caratteristiche di ognuno di questi nutrienti, ti spiego qual’è il miglior modo per conservare un alimento in base ai nutrienti che possiede.

Antiossidanti(vitamina C ed E, beta-carotene)

  • Proteggono le cellule dai radicali liberi causati da agenti chimici, tabacco, inquinamento, radiazioni oppure dallo stesso metabolismo.

Antioxidant vegetables and fruit.jpgLi troviamo generalmente in frutta e verdura dai colori forti come verde scuro, rosso, viola, arancio e giallo.

Vitamina C: bacche come fragole, mirtilli, uva e bacche di Goji, cavolini di Bruxelles, melone, cavolfiore, pompelmo, cavoli, kiwi, mango, pesche noci, arance, papaia, piselli, patate dolci , fragole, pomodori, e rosso, peperoni verdi e gialli, guava.

Vitamina E: Broccolo (bollito), avocado, spinaci, senape, cime di rapa, mango, noci, papaya, zucca, peperoni rossi, spinaci (bolliti). Inoltre, si trova anche nei semi come quelli di girasole o frutta secca come mandorle o nocciole in particolare.

Beta-carotene: si trova in quantità elevata in albicocche, asparagi, barbabietole, broccoli, melone, carote, mais, peperoni verdi, cavolo, mango, rapa, nettarine,  pompelmo rosso, zucca, spinaci, patate dolci, mandarini, pomodori e cocomero.

Potassio

  • La carenza di questo minerale causa stanchezza, irritabilità ed ipertensione. 

Lo troviamo nelle verdure a foglia verde scura come spinaci o bietole, oppure in funghi, banane, avocado, patate (con la pelle), anche se il suo consumo deve essere moderato a causa dell’elevato contenuto di carboidrati semplici e il loro effetto sulle persone con diabete. Inoltre si può trovare anche negli azuki, fagioli rossi giapponesi, o nel lime.

Zinco

  • Necessario per mantenere il sistema immunitario in buona salute e per la produzione di proteine. L’ideale sarebbe mantenerlo ad un livello d’equilibrio, poiché sia la sua carenza che il suo eccesso possono causare problemi. 

Si trova in avocado, fichi, datteri, frutti di bosco, oltre che a frutta secca, in particolare albicocca, pesca, uva spina, e banane.

Selenio

  • Necessario per il corretto funzionamento della tiroide, protegge da radicali liberi e cancro. La carenza di Selenio può provocare dolori muscolari o alle articolazioni, mentre l’eccesso può provocare alito cattivo, diarrea e perdita di capelli. 

Lo puoi trovare nella frutta secca, specialmente anacardi, En frutos secos, especialmente en anacardos, noci di macadamia oltre che in semi di girasole, funghi e cereali integrali. 

Acido Folico(vitamina B9)

  • La vitamina B9 nella sua forma naturale è molto semplice da assorbire per il corpo ed è particolarmente importante per la riproduzione delle cellule e della loro crescita. Carenza di questa vitamina può causare anemia in adulti o problema nella crescita dei bambini. 

Si trova in fagioli (cotti), verdure a foglia verde, come lattuga, spinaci e broccoli, lenticchie, asparagi ed avocado. Inoltre la si trova nel mango, pompelmo, arancia, papaia, guava, bana e kiwi.

Vitamina A

  • Estremamente importante per la vista ed il sistema immunitario; la sua carenza ahimè può provocare problemi alla vista e facilitare infezioni virali.  Al contrario un suo eccesso, può causare irritabilità, nausea o perdita di capelli. Essendo liposolubile, è facile assumerla tramite cibi grassi. Le carote, patate dolci (cotte), verdure a foglia verde e rosso, zucca, melone, frutta tropicale, come mango, papaia, e peperoni rossi, verdi e gialli sono buone fonti di vitamina A. 

Fibre

  • La mancanza di fibre per il corpo può causare stitichezza, emorroidi  ed elevati livelli di colesterolo e zuccheri nel sangue. D’altro canto il suo eccesso provoca diarrea, ostruzioni intestinali e disidratazione.

Verdure ricche di fibre può essere, grano, riso, avena, cavolfiori, broccoli, cavoli, frutti di bosco, verdure verdi, zucca, fagioli, funghi ed arance.

colorful-veges-and-fruits

Come Conservare gli Alimenti?

Ora che sai quali alimenti sono più ricchi di nutrienti a dispetto di altri, l’unica cosa che ti rimane è come questi si perdono col passare del tempo o al cambiare della temperatura. Molto probabilmente questo è l’interrogativo più importante, poiché non tutti gli alimenti si conservano nella stessa maniera. Secondo due studi, uno pubblicato sul  Journal of Agricultural and Food Chemistry  nel 2002 negli Stati Uniti, parla di come il congelamento abbia effetto sui fenoli ed antiossidanti dei lamponi, mentre nel secondo divulgato nel 2010 sul International Journal of Food Sciences and Nutrition, ci mostra la differenza tra i livelli di antiossidanti nelle fragole fresche, surgelate o sotto forma di marmellata. Il motivo per cui ti ho nominato questi due studi è che entrambi prendono in considerazione due frutti simili.

Ecco le conclusioni di questi studi: 

  •  Vitamina C: consumare il prima possibile: tutta la frutta e verdura contenente vitamina C è sensibile alla luce, calore, all’ossigeno ed è solubile in acqua. In caso non potessi mangiarlo subito, congelarlo può essere una soluzione temporanea per mantenere i nutrienti intatti, anche se poi c’è il rischio di perderli durante lo scongelamento. 
  • Vitamina A, E o beta-carotene: sebbene sensibili alla luce, calore, ossigeno e variazioni di acidità, grazie al fatto di essere liposolubili, conservarlo in frigorifero potrebbe anche aumentare il livello di beata-carotene, specialmente nelle carote.vitamin E lacking.jpg In alcuni casi l’ulteriore elaborazione può aumentare i livelli di alcuni nutrienti come il licopeno, carotenoide presente nel pigmento del pomodoro.
  • Fibre: certamente qualsiasi sia il tipo di conservazione, questo nutriente ne risentirà poco. Nel caso di cavoli e broccoli, invece, è preferibile conservarli in frigo anziché in surgelatore, poiché facendo ciò si ritarderebbe la formazione di un enzima che aiuta a combattere il cancro. 

Quindi, tirando le somme, si può tranquillamente decidere la conservazione degli alimenti a seconda di ciò che si vuole ottenere, poiché non per tutti avverrà nello stesso modo; se nel caso i nutrienti si disperdono facilmente a temperatura ambiente, una buona soluzione sarà congelarli, mentre al contrario sarà meglio tenerli al fresco lontani dalla luce diretta. 

Penso che converrai con me sul fatto che il fulcro di uno stile di vita equilibrato è certamente la nostra alimentazione . Spendere qualche minuti per leggere quest’articolo, magari, ne può valere la pena e potrà aiutarti a capire meglio anche i bisogni che il tuo corpo ha.

Se ti è piaciuto o trovi interessante quest’articolo, non esitare e faccelo sapere, commenta e condividi la tua opinione con un amico.

Alla prossima… ah e non dimenticarti di dare un’occhiata alla nostra pagina Facebook @Lapasa Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...