Healthy or Tasty?

Bacon Vs. The (Green) World

(Attenzione questo articolo potrebbe contenere alte dosi di grassi)

 

Tanto per iniziare, chi di voi almeno una volta nella vita non si è pappato una bella dose bacon? Magari infilato in un bello e succoso hamburger oppure in caso abbiate provato una cucina più ricercata, avvolto a scaldare spiedini di gamberi. 

Siccome questo è un post politicamente scorretto, per chiunque non apprezzasse la poesia che una fetta di bacon arrostito ha da trasmettere, può smettere di leggere qui. In ogni modo questa non è un’esegesi del bacon bensì una piccola esposizione da perte di una persona che ama uccidersi lentamente nel più dolce modo possibile… mangiando.

Ovviamente siamo tutti più che consapevoli delle enormi quantità di grassi contenuti in questa pietanza, ma non tutti sanno che contiene anche un discreto dosaggio di Vitamine B6, B12 e D l’ultima delle quali secondo alcune ricerche mediche  ci protegge dall’insorgenza del cancro ed altre malattie. Per saperne di più leggete qui. Inoltre è certo che il bacon sia efficace contro scabbia, emorragie nasali e miasi foruncolosa, ma in tutti e tre i casi non necessita essere ingerito, bensì applicato esternamente. Leggi qui.

 

Basta noiose nozioni scientifiche, ora si passa alla parte più “croccante” della questione. L’amore provato dall’uomo per il bacon è immemore, infatti storicamente anche i romani preparavano una pietanza a base di bacon bollito con fichi e speziato usando una salsa a base di pepe chiamato petaso. Andando più avanti nei secoli, proprio per la sua facile reperibilità e basso costo. Mentre nel 1770 John Harris è ritenuto essere il padre fondatore della produzione industriale del bacon in chiave moderna, impiantando la sua azienda a Wiltshire, la quale anche al giorno d’oggi è considerata la capitale del bacon.

bacon

 Nel caso vogliate avere qualche pillola storica cliccate qui. Da qui cerchiamo di venire a capo del fulcro di questo breve post…

Quale dei due stili è il migliore? Perchè? Ne vale la pena?

Certamente da un punto di vista attento alla nostra salute, una dieta equilibrata è quello di cui il nostro corpo ha bisogno. Infatti necessitiamo di nutrienti di varia natura i quali posso essere assunti da altrettanto vari alimenti, senza fare tagli alla nostra dieta, ma mangiando con moderazione ed accortezza evitando cibi troppo grassi. Ma questo penso sia ovvio, anche mia madre me lo dice sempre…

Vediamo allora ciò che totalmente si oppone al nostro amico “Kevin”Becon (pessima)

Dieta Vegetariana

Con questo tipo di dieta ci si riesce a “liberare” di tutti quegli alimenti di base animale e di conseguenza dal colesterolo, causa dei problemi al sistema cardiovascolare. Oltre ai vari lati positivi, la dieta vegetariana ha anche controindicazioni, ovvero, l’eccesso di fibre può causare disordini intestinali e/o gonfiore. Infatti il sistema digerente umano impiega un tempo maggiore ad assimilare le sostanze vegetali rispetto quelle animali. 

Dieta Vegana

Chi opta per questa scelta più estrema, 1) lo fa per motivi di rispetto verso gli animali e l’ambiente, 2) per evidenti motivi di salute. Infatti una dieta vegana può aiutarci ad evitare problemi cardio-vascolari come ipertensione, dal diabete all’obesità e a diversi tipi di tumore, come quello del colon e del retto. Ovviamente riguardo questo controverso stile di vita, possiamo trovare pareri Pro come quello di Umberto Veronesi oppure contro come quello di Andrea Ghiselli del CRA. Anche qui però abbiamo delle pesanti controindicazioni, cioè la carenza di molti nutrienti come vitamine e grassi, la quale può causare gravi problemi.

In Conclusione

Possiamo dire  che queste due diede come una dieta onnivora, se non equilibrate,  possono portare a problemi per il nostro organismo. Perciò per quanto mi riguarda, siccome la morale della favola è uguale per tutti, ovvero che non  ne usciremo vivi dalla nostra “storia”, perchè passare una vita compiendo sacrifici per rispettare rigide regole autoimposte quando possiamo rendere più saporito il nostro tempo ed essere felici? Quindi ne concludo che almeno per me non ne vale la pena.

Vi lascio con questa retorica…

Una vita senza bacon è come una settimana senza domenica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...